Questo sito utilizza Cookies
Continuando la navigazione o chiudendo il banner, accetti l’uso dei cookies

logo tenderly
header image waves

Possiamo avere un numero infinito di amici?

Gli amici sono la famiglia che scegliamo, una famiglia che può essere molto numerosa o, al contrario, dove i membri si contano sulle dita di una mano. In Botanica dell’amicizia, la prof.ssa Chiaretta ci ha fatto conoscere tutti i benefici dell’amicizia e dato qualche consiglio su come farla crescere, ma quante amicizie possiamo davvero coltivare?



Chi sono i nostri veri amici?


Un amico è prima di tutto un alleato, cioè qualcuno che si compiace davvero della tua felicità e
del tuo successo. È anche qualcuno che farà quello che può, quando può, per aiutare il tuo
successo o la tua felicità. Non sempre, non a tutte le condizioni, ma secondo i suoi vincoli e il
ritmo della sua vita. Un amico è solo qualcuno che vuole aiutarti a essere felice, perché vederti
realizzato fa parte del suo stesso equilibrio.



Quanti amici possiamo avere contemporaneamente?


Ogni giorno incontriamo persone che potrebbero entrare a far parte della nostra vita. Ma con quante di loro siamo realmente capaci di stringere una profonda amicizia? L’antropologo britannico Robin Dunbar ha esaminato la questione e ha trovato il “numero ideale di amici da avere nella sua vita”.
Per Robin Dunbar c’è un limite al numero di amici che possiamo gestire, questo numero ideale
ammonta a 150 amici. Soprannominato “Teoria del numero di Dunbar”, questo numero può
variare, poiché è solo una media indicativa.
Il numero è stato definito dall’antropologo britannico da diversi criteri:
– La quantità di tempo che abbiamo in media nella nostra vita da dedicare agli altri.
– Requisiti cognitivi (che variano da persona a persona, e che si definiscono in particolare in base
alla gestione delle nostre emozioni).

 

La teoria del numero di Dunbar


Se pensavi di poter contare i tuoi “amici” sulla punta delle dita e quel numero di 150 ti sembra
troppo grande, è normale! In effetti, Robin Dunbar include in questo numero ideale di “amici” tutte
le persone con cui hai un rapporto regolare, a cui ti senti vicino per motivi diversi, famiglia
compresa.
Questo numero di persone che abbiamo nella nostra “rete sociale” sarebbe diviso in diversi
cerchi:
5 persone, che sono i più cari
15 buoni amici
50 amici
Poi ci sono i “contatti” e le “conoscenze”.
Le persone migrano dentro e fuori da questi strati, ma l’idea è che ci debba sempre essere uno
spazio per eventuali nuovi entranti, capaci anche loro, di riservarci delle bellissime sorprese.