Questo sito utilizza Cookies
Continuando la navigazione o chiudendo il banner, accetti l’uso dei cookies

logo tenderly
header image waves

Il desiderio di Daniele #HelpAWish

Tenderly è sempre al fianco di @Make-a-Wish per realizzare i desideri dei bambini affetti da serie patologie, attraverso il progetto #HelpAWish. Questa volta i volontari dell’associazione hanno incontrato Daniele, un appassionato intenditore di videogiochi con la battuta sempre pronta.

 

Uno spazio tutto per sé


Daniele è un simpatico ragazzo di 11 anni appassionato di gaming che condivide l’unico PC della casa con i suoi fratelli, per i quali è sempre pronto a cedere il suo posto. Una generosità ed una solidarietà che i fratelli condividono anche nella lotta contro una sindrome genetica che gli blocca la crescita e che richiederà, dopo lo sviluppo, molti interventi di allungamento delle ossa. Qualche settimana fa, la famiglia di Daniele ha voluto regalargli un momento speciale realizzando uno dei suoi desideri: avere uno spazio dedicato al gaming dove invitare i suoi amici a giocare. Un desiderio che Daniele custodiva da tempo nel suo cuore, e la sua gioia durante l’intero percorso con Make-A-Wish, quello del Wish Journey, ne è stata la dimostrazione. Durante il periodo dell’attesa, il rapporto tra Daniele ed i volontari si è sempre più intensificato, ha risposto con incredibile entusiasmo a tutte le sfide che gli sono state proposte. Finché, un bel giorno, è arrivata la sorpresa.


Un giorno davvero spaziale


Domenica è stata veramente un giorno spaziale – ha esclamato Daniele davanti alla telecamera. Dopo avere vinto alla sfida su Subbuteo lanciata da Daniela, volontaria Make-A-Wish, Daniele ha ricevuto come premio un nuovo pc portatile. Ha sorriso a mamma e a papà, ma era probabilmente un sorriso di gentilezza che celava un pizzico di delusione. La caccia al tesoro, tuttavia, non era ancora finita: quando Daniele è stato accompagnato nella sua stanza, si è trovato davanti a una bellissima postazione gaming ed un’esplosione di felicità gli ha tolto il fiato. Daniele adesso ha finalmente tutto ciò che desiderava, si allenerà, diventerà sempre più bravo, ma soprattutto potrà invitare i suoi amici a giocare, e la gioia di questi momenti lo accompagnerà nel tempo, dandogli coraggio ogni volta che dovrà affrontare le nuove sfide che la sua patologia ancora gli impone.

Autore

Bianca

La fatina di Tenderly

13 maggio 2021